Ultime News
07/10/2020

Trattamento tarli, scopri che cos’è 

I tarli sono uno degli incubi peggiori per chi possiede in casa mobili in legno antico o di pregio. Il trattamento tarli è un’operazione che richiede massima professionalità, per assicurare al cliente due cose importanti: l’eliminazione dell’agente infestante e la possibilità di riutilizzare il mobile.
I prodotti in commercio spesso hanno successo solo nella fase di prevenzione, ma quando c’è l’infestazione in atto non sono risolutivi. I trattamenti preventivi possono essere eseguiti con sostanze repellenti che cercano di ridurre l’umidità dell’abitacolo, la quale è uno dei fattori che accelera la diffusione del fenomeno.
Nel caso di legni già infestati invece, si possono utilizzare sostanze chimiche insetticide che penetrano nel legno senza danneggiarlo.
Però è bene ricordare che non tutte le tipologie di legno reagiscono allo stesso modo. Per questo motivo è altamente sconsigliabile il fai da te. 

Le tre tipologie di tarlo più diffuse

Di tarli non esiste una sola specie, così come il trattamento tarli ha varie sfumature di intervento. In Italia le tipologie di tarlo più conosciute, e per le quali noi di SIS Disinfestazioni abbiamo la soluzione pronta, sono tre.
I tarli Anobidi sono di colore rosso bruno e attaccano solo il legno morto e la carta, ricca di cellulosa. Un’elevata infestazione di Anobidi può dare vita ai parassiti dei tarli, che possono pungere l’uomo provocandogli reazioni allergiche.
I Cerambicidi sono più grandi e attaccano il legno stagionato, ma non quello più vecchio di 80-100 anni.
I Lictidi sono piccoli come gli Anobidi, ma nonostante questo attaccano il legno in maniera estesa, tanto da ridurre i mobili in polvere. I Lictidi attaccano legni nuovi, parquet e battiscopa. 

Tarli rumorosi: come capire se infestano la tua casa

Ci sono alcuni tarli chiamati “capricorno” e “orologio della morte” che possono essere molto rumorosi. Sicuramente questa loro caratteristica è un bene per intervenire con un trattamento tarli.
I tarli “capricorno” fanno rumore quando è la larva a nutrirsi, mentre i tarli “orologio della morte” producono una sorta di ticchettio che indica che stanno scavando profonde gallerie.
Al di là dei nomi fantasiosi, è sempre opportuno rivolgersi a una ditta specializzata come SIS Disinfestazioni. 

iscriviti alla newsletter