I volatili molesti creano problemi di degrado ambientale in quanto sporcano, imbrattano monumenti ed edifici ma stanno anche prolifernado in maniera eccessiva diventando un problema igienico-sanitario. Sono inoltre rumorosi e portatori di malattie che trasmettono direttamente o indirettamente all’uomo tramite i loro parassiti.

nella Sezione Volatili
Caratteristiche

Caratteristiche

Una volta individuata la specie del volatile che causa problemi, occorre verificare la “pressione che questo volatile, o meglio la colonia di questi volatili, esercita sull’area che dovremo proteggere. Per pressione si intede il tipo di frequentazione e quindi di abitudine , che la colonia di volatili ha su quel determinato appoggio. La pressione può essere suddivisa in tre livelli: saltuaria, fissa e permanente.

SALTUARIA – Questo tipo di pressione è più facile da combattere; generalmente
il volatile usa quel determinato appoggio per poi volare al suolo alla ricerca di cibo o per entrare in un foro dove ha il nido.

FISSA – In questa situazione il volatile ha un certo interesse a mantenere questo appoggio; esempio classico sono i ricoveri notturni e/o i luoghi dove i volatili si proteggono nei giorni di pioggia.

PERMANENTE – E’ sicuramente la situazione più difficile da combattere.
Il volatile cercherà in tutti i modi di ritornare sul luogo: esempio classico è il sito di nidificazione.

Soluzioni

Soluzioni

Dopo il primo sopralluogo e una accurata selezione delle variabili, i tecnici sceglieranno il migliore metodo per dissuadere la frequentazione dei volatili nel luogo interessato.

FILO TESO
Il sistema a filo teso è uno dei sistemi antipiccione meno visibile in commercio per impedire che i volatili si posino sulle sporgenze degli edifici. E’ uno dei sistemi deterrenti per uccelli fra i più largamente utilizzati e con il migliore rapporto qualità/prezzo. Esso è adatto a qualsiasi struttura o caratteristica architettonica;
è costituito da cavi di acciaio inox ricoperti di nylon e mantenuti in tensione fra montanti tramite molle anch’esse di acciaio inox. I montanti in acciaio inox sono bloccati alla muratura per mezzo di speciali tasselli in nylon. Per proteggere da piccioni e gabbiani; non è consigliabile per l’utilizzo in situazioni di forte presenza di volatili, o quando la pressione è di tipo fisso o permanente. Non è efficace contro gli storni, i passeracei e altri piccoli volatili, agili e adattabili.

RETE ANTIVOLATILE

RETE ANTIVOLATILE
L’uso di una barriera a rete è uno dei sistemi e di lunga durata per proteggere edifici ed altre strutture e dovrebbe essere la prima scelta da considerare per qualsiasi intervento di allontanamento volatili.

La rete è indicata per qualsiasi intervento e in particolare per:

  • chiusura di corti interne, dove l’applicazione di qualsiasi altro sistema risulterebbe dispendioso;
  • copertura dei tetti, per impedire che storni e/o passeri possano danneggiare l’integrità dell tegole e quindi comprometterne la tenuta;
  • impedire che i volatili utilizzino le  strutture portanti dei capannoni industriali come appoggi o per la nidificazione.

La rete viene fissata alla zona da proteggere con l’ausilio di un cavo a tensione a sua volta supportato da fissaggi. Ogni materiale di cui è costituita la struttura da proteggere (legno, cemento, ferro, ecc.) necessita di fissaggi di tipo diverso.

SISTEMA ELETTRIFICATO

SISTEMA ELETTRIFICATO
Il sistema elettrostatico per l’allontanameto dei volatili molesti è flessibile in tutte le direzioni e di basso profilo; viene collegato alla rete elettrica tramite una centralina che attraverso un impulso scaccia qualsiasi volatile dalla zona protetta disabituandolo alla frequentazione.

iscriviti alla newsletter